"Non siamo davvero solisti nemmeno nella nostra vita, ma la scena di un dialogo a più voci, tutte, purtroppo, forse, dello stesso valore".
( Göran Tunström )


martedì 30 settembre 2008

Notturno



Dormono le cime dei monti e le gole,
i picchi e i dirupi,
e le famiglie di animali, quanti nutre la nera terra,
e le fiere abitatrici dei monti e la stirpe delle api
e i mostri negli abissi del mare purpureo;
dormono le schiere degli uccelli dalle larghe ali



Alcmane (fr. 89 P),

3 commenti:

  1. Sarà solo una coincidenza. Però la prendo come se l'avessi postata per me. Grazie, Asa.

    RispondiElimina
  2. diciamo che l'ho postata per noi .

    RispondiElimina
  3. Incantato, ringrazio ancora una volta.
    Sarebbe bello parlarti.

    RispondiElimina

i commenti a questo blog saranno pubblicati dopo essere passati al vaglio del moderatore.